Stampa
Categoria: Giornalino
Visite: 48

Anche l’anno scolastico 2018/19 è terminato con l’immancabile spettacolo finale che ormai storicamente contraddistingue la Primaria di Villa Redenta; traguardo di un percorso annuale che vede gli alunni inseriti settimanalmente in laboratori verticali multiclasse e gli insegnanti collaborare in team di plesso, il che permette la commistione di elementi diversi in un un melting pot creativo, con il risultato di costruire una nuova e più forte identità di plesso condivisa.

Il progetto di quest’anno può essere riassunto con due immagini: un ALBERO ed un PONTE.

Un grande albero, che affonda le proprie radici in un libro, che si erge davanti alla nostra città e che possiede tante foglie quanti sono i bambini della scuola. Un grande albero che da oggi continuerà a fiorire nel tempo, con l’opera di altri bambini che frequenteranno e vivranno la scuola e vorranno lasciare il segno del loro passaggio. L’opera, visibile sul muro centrale davanti alla scala di ingresso, è stata realizzata grazie al genio artistico di una insegnante, Sara Santoni, ed è il messaggio iconico che tutti vogliamo lanciare verso il futuro.

Ed un ponte immaginario, costruito essenzialmente con teatro, rime e parole, “Rimiamo il futuro” questo il titolo del progetto! Un ponte anch’esso lanciato verso il futuro, da un passato fatto di ballate e racconti; attraverso un presente carico di speranze, emozioni e valori, cantati, rappati e recitati; per raggiungere un futuro, il futuro che noi tutti sogniamo, dove la scuola è più bella e la vita è più bella, grazie all’abbraccio fortissimo ma leggero come l’aria, della sempre giovane, moderna anche quando è fuori moda, SIGNORA LIBERTA’!”  

                                                                                                                                                                                                                 Referente di Progetto

                                                                                                                                                                                                                    Anna Rita Antonelli