Stampa
Categoria: Giornalino
Visite: 258

Si può scoprire di più su una persona in un’ora di gioco che in un anno di conversazione. Chissà perché diventando adulti, spesso, lo dimentichiamo. Crescendo, infatti, il gioco viene sempre più visto solo come uno svago, come mezzo per scaricare la tensione, a volte come un “non far niente!” C’è chi, addirittura, crede che generi confusione, perché esente da regole. Le regole, ricordiamocelo, devono essere comprese, non perché date. Sono un punto di arrivo, non di partenza. Il bambino, come ci ricorda L. S. Vygotskij, necessita e si appropria del gioco per divenire costruttore di regole e non per sottostare alle regole.

Il gioco, attività serissima, diviene vita stessa per il bambino.

È il piacere, tutto soggettivo, di scoprire il mondo e… il piacere è alla base di ogni apprendimento.

Quando si accompagna il bambino nella sua innata esigenza di fare, di muoversi, di sentire, attraverso il suo “senso corporeo”, gli si dona la più rispettosa “forma” di crescita, le migliori condizioni per esprimersi: quelle di confrontarsi con la propria fisicità, con i rischi, con le proprie potenzialità e i limiti. Agendo e assumendo le conseguenze del suo agire, egli scopre l’importanza delle stesse. Lasciamo ai bambini il tempo per imparare, sbagliando e riprovando. Sbagliando si impara.

Nell’attuale, complessa, società, si sottolinea come molti bambini, desti nel pensiero, sembrino appisolarsi di fronte al fascino della tecnologia “mal utilizzata” e ai prodotti preconfezionati. Sosteniamo, però, che non c’è banco che possa imbrigliare, né "mezzo" che possa assopire, quando la qualità della presenza di noi adulti, nell’ascolto, nel dialogo empatico, nella predisposizione di uno spazio che accoglie, valorizzi una pedagogia del corpo, che promuova un’educazione sensibile capace di dare “corpo al sapere”.

In questo nuovo scenario, nell’insegnamento per competenze, nell'imparare a imparare, dove non è solo la parola a educare, la scuola si svela in una didattica che accompagna l’alunno nella sua crescita globale, nell’incontro tra funzioni sensoriali, linguaggio, percezione visiva, uditiva, tattile, cinestesica, capacità di pensare, di imparare per inventare (vedasi “Le scale di sviluppo delle abilità psicomotorie, Dellabiancia M.P”).

Quest’anno, ancora una volta, abbiamo provato a crescere nella “A scuola in tutti i sensi” (Ivano Gamelli, www.pedagogia del corpo.it).

Le metodologie, le strategie didattiche, il progetto di plesso “I giochi di una volta”, il progetto sport “Non solo matite colorate… giochiamo con il corpo dal punto in poi”, il progetto continuità con la primaria “Fai la mossa giusta”, hanno permesso a tutti quelli che abitano la scuola, di “mettersi in gioco”, in una cura reciproca. Così anche gli adulti non hanno rinunciato a vivere giocando.

                                                                                                                          

                                 Scuola dell'Infanzia "Villa Redenta"

 

                                                                                                                                                  

 

Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo
Gioco dunqu...
Gioco dunque imparo Gioco dunque imparo